Biografia

GIULIA BELLÈ

Massa, Italia
SCENOGRAFA

 

PER IL TEATRO DELL’OPERA DI ROMA:

Stagione 2019/2020

Progetto visivo de La vedova allegra di Lehár, in lingua originale in forma di concerto, con la regista Giulia Randazzo
Circo Massimo (direzione di Stefano Montanari)

 

ESPERIENZE PROFESSIONALI:

Aida di Verdi (edizione storica)
Arena di Verona (direzione di Andrea Battistoni, regia di Gianfranco de Bosio) 2017

Les dialogues des carmélites di Poulenc
Teatro Comunale di Bologna (direzione di Jérémie Rhorer, regia di Olivier Py) 2018

Love and death in Verona (Любовь и смерть в Вероне) da Romeo e Giulietta di Shakespeare
Saratov Kiselev Youth Theatre (regia di Sergei Ostrenko) 2015

The last five years (Zadnjih pet let) di Jason Robert Brown
Slovensko Stalno Gledališče di Trieste e Slovensko Narodno Gledališče di Nova Gorica (regia di Jasmin Kovic) 2019

Le nozze di Figaro di  Mozart
Giardino di Palazzo Corsini al Prato – New Generation Festival (direzione di Jonathan Santagada, regia di Victoria Stevens) 2019

 

FORMAZIONE:

Diploma – Accademia di Belle Arti di Carrara

Master in Scenografia e Costume per l’Opera lirica all’Opera Academy di Verona, sotto la guida di Pier Luigi Pizzi

 

PREMI E RICONOSCIMENTI:

Nuovo Premio Teatro Traiano – Miglior Corto a Tematica Sociale per il cortometraggio teatrale Dove nessuno più dormirà (2016)

Premio Nazionale delle Arti – Sezione Arti Scenografiche, per l’opera Dido and Aeneas di Henry Purcell (2012).

 

torna indietro